Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="4890"]
Zapisz Zapisz

L’OLIVO DELLA STREGA

A Magliano in Toscana, è conservato l’olivo della strega, uno dei più antichi d’Italia e d’Europa.

Narra la leggenda che sotto a questa pianta, giocassero a bocce alcuni contadini, uno dei quali abituato a bestemmiare duramente. All’ennesima richiesta di smettere di farlo lui rispose “Smetterò di bestemmiare quando questa pianta farà i fagioli”. Naturalmente l’anno seguente questo accadde ed il bestemmiatore dovette mantenere la sua promessa e redimersi.

Fin qui la storia pubblica e conosciuta alla quale è legata quella della mia famiglia privata e sconosciuta. Narra la leggenda familiare che la mia trisavola nonna Cesarina, fosse entrata in possesso di 3 fagioli della pianta Santa, e che ogni qualvolta il nipote Carlo, che teneva presso di sé in quanto orfano, combinava una marachella lei prendesse l’involucro contenente i tre preziosi fagioli, glieli facesse baciare e lo obbligasse a dire un rosario.

Mentre nonna Cesarina era una donna molto timorata di Dio, Carlino, (e nessuno sa perché fosse chiamato così visto che era un ragazzone) era un tipo scanzonato, un comunista sfegatato che non credeva assolutamente in Dio.

Un giorno, dopo l’ennesima punizione, e mentre la nonna era fuori casa, prese i 3 famosi fagioli e li aggiunse a quelli che stavano utilizzando per preparare la minestra.

Dopo la cena, confessò il misfatto ridendo soddisfatto e per poco la povera Cesarina non si sentì male…

In realtà non si riprese mai da questo lutto che invece diventò motivo di vanto per un uomo che rimase per sempre un comunista mangia preti.

signature
1 Response
  • Federico
    28 Agosto, 2020

    Che bello intrecciare la “leggenda” e il mito pubblico con dettagli e aneddoti familiari! Mi sembra che il racconto ne esca più ricco, interessante e coinvolgente per ogni lettore!

Dimmi cosa ne pensi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *